Paolo Guglielmoni

Filosofo di Nascita e Creativo d’Adozione. Visiting Scholar all’Università di Cambridge. Saggista e traduttore per Bompiani. Divento adulto in pubblicità come Copywriter e Creative Director in Leo Burnett, dove lavoro sui progetti ADV e Digitali dei principali clienti locali e globali d’agenzia, vincendo numerosi premi nazionali e internazionali. Nel 2006 fondo GeekAdvertising, Business Unit per sviluppare Creatività Nerd adeguate a un pubblico sempre più imbevuto di tecnologia. Nel 2012 fondo hungryideas, la prima storytelling factory in Italia, per accorciare la filiera tra creatività e produzione. Nel 2017 capisco che la filosofia del responsive design è l’approccio migliore per fare Advertising in modo sostenibile e circolare, senza sprechi di tempo, di budget, e soprattutto di idee. Per questo fondo RADS, un network responsive di talenti in grado di configurarsi ogni volta nel modo più efficiente per ogni progetto, con un focus sulla massimizzazione delle performance creative e media. Sono stato consigliere esecutivo ADCI, Lecturer e Keynote Speaker. Sono stato professore a contratto di Viral Creativity e Introduction to ADV, in NABA nelle classi in lingua inglese, e All’Università di Falmouth, UK. Sono docente a contratto di Viral & Circular Advertising in IULM, Milano. Sono l’unico creativo italiano incluso nella collezione di arte pubblicitaria del Louvre.